Volevo comprare un pigiama…

…o qualunque cosa atta a dormirci.

Potevo scegliere tra Trilli, Calimero, Hello Kitty. C’è qualcosa che non va. Soprattutto il fatto che quello di Hello Kitty l’ho trovato persino carino. Di sicuro il migliore paragonato ad altri. Per la cronaca, rosso e nero con un disegno della gattina in stile Cappuccetto rosso.  Menziono i capi di abbigliamento intimo in comode scatole regalo (già con gli spazi per scrivere “da/from…a/to…”) sempre di Hello Kitty, con accessori inclusi.

Volevo prendere un costume. Ci stavo quasi cascando…quando ho notato il simpatico faccione di Hello Kitty in strass sul retro degli slip! La scena si è ripetuta per un altro migliaio di articoli, di abbigliamento o meno, per bimbi o adulti. Ovunque mi girassi c’era Hello Kitty. Ogni tanto sbucava timidamente la “vecchia” Betty Boop.  Non sono andata in un negozio della Sanrio, lo giuro. Anzi in una catena di abbigliamento piuttosto alla mano, in periferia.

Sono riuscita a scovare un paio di maglie che mi sono piaciute parecchio almeno come idea, ma è stata un’esperienza che mi ha fatto pensare. La prossima volta potrei essere costretta a comprare qualcosa di Hello Kitty. A forza di vederla ovunque, credo me la faranno apparire normalissima. Ammetto poi che confrontati gli articoli a certi di altre marche, non erano neanche malissimo. Ecco, mi stanno quasi già convincendo.

Tags: , ,

Leave a Reply