Final Fantasy VII PC: oltre 10 anni per così poco

Sono passati oltre dieci anni dalla prima uscita di Final Fantasy VII. Forse non tutti sanno che anche per PC esiste da altrettanto tempo. E che in tutti questi anni i fan, come al solito,  lo hanno reso molto più giocabile e graficamente apprezzabile di quanto non fosse il porting brutalmente realizzato dalla Squaresoft ai tempi, che anche con FF8 si sprecò molto poco ammettendo che non avevano alcun interesse al mercato PC.

Ormai credo si sia capito che hanno finito le idee e si sono dati ai sequel e ai remake anche di prodotti di cui poco si sentiva la mancanza. Ho perso il conto dei remake di FF4 e degli spin-off di Kingdom Hearts; ho provato FF14 e mi sono intristita; FFXIII-2 è stato il primo FF che non ho neanche comprato.

Così sbuca un sicuro successo di vendite. Evidentemente fa sempre bene spremere la gallina FF7. L’unico ottimo spin-off  è stato Crisis Core a mio parere, soprattutto sapendo come finiva l’ho giocato tutto praticamente commuovendomi. Advent Children è un bello spettacolo di grafica e poco più.  La Squaresoft sapeva che avrebbe potuto fare uscire l’originale, tale e quale, e vendere comunque. Nonostante a ragione o torto da anni i fan chiedessero un remake, dopo oltre una decade non sono riusciti a fare di meglio che rilasciare lo stesso gioco per PC, avendo almeno la decenza di aggiornarlo. Da quello che ho visto tra l’altro il risultato non si discosta da quello che si ottiene con pochissimo sforzo e qualche texture mod. Ho letto persino che la recente “sparizione” dei principali autori di mod sia dovuto al fatto che la Square abbia ben pensato di implementare il loro lavoro. Meritato, per carità, ma fa rendere conto della poca voglia che avevano di lavorarci loro.

L’ho giocato un numero improponibile di volte, ho portato su PS Aerith al 99 con tutti i Limit imparando a memoria tutte le battaglie su Wutai, l’ho rigiocato su PC assieme a FF8 in attimi di nostalgia. Nonostante questo quando a giugno uscirono i leak di FF7 per Steam, avevo quasi pensato: “Quasi quasi lo ricompro, magari su Steam lo trovo a poco con qualche offerta.”

Qualche giorno fa arriva la newsletter della Square avvertendomi dell’uscita di FF7. Apparentemente esce solo sul loro store, al prezzo di lancio di 9.99€. La prima reazione è stata: “Perché, volete farlo pagare di più?” Vediamo allora per quali nuove funzioni dovrei pagare:

  • Achievements: va bene, con rammarico ammetto che anche io casco spesso nel tunnel degli achievement, pentendomi anche di rovinarmi dei giochi solo per cercare di prenderne alcuni. Però non bastano a farmi spendere di nuovo su FF7 per PC, di sicuro non più di 10€.
  • Cloud Saves: il gioco di parole è non voluto ma fortunatissimo. Un’aggiunta carina, nulla di sorprendente visto che si trova in molte piattaforme per il gaming, ma bene che ci sia anche se non fondamentale.
  • Character Booster: qui sono esplosa. Lo so che se non vuoi usarlo non lo usi, lo so che non sono obbligata a usarlo o vederlo. Davvero però? Cos’è, i giocatori di oggi non sono in grado di reggere FF7? Sarà, ma a dieci anni o poco più  l’ho finito cinque volte, se ce la faceva una bambina dubito sia così tremendo? Il sistema delle Materia costringeva a pensare troppo e oggi  non si può più proporre senza un aiutino? Capisco la mossa commerciale ma è triste.
  • And that’s all.

Aggiungo che chi lo ha comprato, avendo anche l’originale per PC e PS, proprio per affetto e per supportare la Square oltre ogni logica, si è lamentato del fatto che non c’è uno straccio di manuale o indicazione su dove trovare le nuove funzioni cloud e il booster. Qualcuno ha detto che l’iniziativa è una specie di raccolta fondi per un progetto più grande. Vorrei sperarlo, ma ormai…

Ah, e la Square fa spoiler. Ero lì a guardare le schede dei personaggi, che sono esattamente le stesse di quelle dei vecchi manuali, quando qualcosa non mi quadra. Sono andata a controllare e avevo ragione. L’immagine di Sephiroth non c’era, il nome era accompagnato solo dalle caratteristiche di cui molte sconosciute; capisco però che sia praticamente inutile dopo tutti questi anni far finta che chi guarda il sito non sappia che faccia ha Sephiroth. Lo spoiler vero c’è su Aerith: scoprire il suo luogo d’origine è stato uno dei momenti più toccanti per me in FF7. Sarà l’effetto nostalgia a parlare ma perché inserirlo ora quando il resto è identico al vecchio manuale.

Non ci rimane che aspettare FFX HD.

Suggerisco alla Square vecchie glorie che non considereranno mai: Vagrant Story, Chrono Cross, Xenogears, Final Fantasy VI. So che l’ultimo si trova su PSN ma meriterebbe remake molto più di FF4. Troppo complesso però per affrontarlo eh? Vagrant Story e Xenogears hanno trame troppo mature per essere riproposti immagino.

In attesa del prossimo remake, chiudo.

Leave a Reply